Living in America

William Scott I Gerone Spruill I William Tyler

23 Maggio – 29 Giugno, 2014

Living in America

WILLIAM SCOTT 

Nato nel 1964 a San Francisco, è un artista autodidatta, dotato della capacità innata di rappresentare i propri mondi immaginari, pubblici e privati, con notevole precisione, descrivendone meticolosamente i minimi dettagli. William disegna, dipinge e ricrea la sua San Francisco, dove egli è nato e cresciuto, alla ricerca di una “vita normale” che sembra inafferrabile, uno degli ideali dei sermoni Battisti, e gli scintillanti, sicuri e artistici centri della città. 

San Francisco riemerge nelle sue opere come “Praise Frisco”, un luogo in cui il desiderio di pubbliche interazioni pure e pacifiche, di Scott, prendono vita tra i confini di un quartiere fortemente idealizzato. Di recente, William ha tenuto una mostra personale alla White Colums di New York, ha collaborato con la Gavin Brown’s enterprise ed è stato esposto sia all’Armory Show di New York che al NADA durante la fiera Art Basel di Miami. 

GERONE SPRUILL 

Nato nel 1973 a Oakland, è un aspirante DJ con una conoscenza musicale a dir poco enciclopedica. La scaltra e brillante sensibilità grafica di Gerone Spruill illumina ogni sua opera. I suoi disegni, realizzati usando inchiostro e matite prismacolor, prendono la forma di vaste, per non dire epiche, narrative fumettistiche, che raccontano in forma di cronaca le disavventure dei suoi protagonisti dalle acconciature memorabili e infinitamente cool, mentre girovagano per Chocolate City a caccia di celebrità e successo nel mondo del rap, ma anche di altri tipi di “appagamento”. 

L’artista introduce anche se stesso all’interno delle sue narrative, attraverso diversi “foot-loving” alias: DJ Disco Duck, così chiamato perché porta sul volto un becco d’anatra giallo-arancione come naso; Chuckles, un uomo-cane dotato di muso e pizzetto; e MC G, un aficionado dei piatti da dj Technics, armato della mitica “Footstranger Gun”, un’arma capace di convertire i “foot-haters” in spiriti a loro affini. Nella loro ricerca di “appagamento”, i suoi eroi riceveranno anche un aiuto divino. 

La Prettyfoot Finder, una ricca, astuta e sensuale musa dalle guance rosse, li aiuterà infatti a localizzare donne affascinanti in mocassini e calze nere, che siano disposte a pestare i piedi dei nostri eroi “nice and slow”. Il lavoro di Gerone Spruill sembra esistere in una sorta d’isola che non c’è d’eterno e gioviale ottimismo, dove la fantasia e il desiderio sono, con un po’ d’impegno, a portata di mano. Gerone è un’artista della Creative Growth dal 1993. 

WILLIAM TYLER 

Nato nel 1954 a Cincinnati, lavora con il Creative Growth Art Center fin dal 1978, e questo lo rende uno degli artisti dalla collaborazione più longeva. E’ un artista prolifico che dedica alla propria opera moltissimo impegno. I suoi disegni, realizzati con un pennarello nero su carta, precisi e ordinati, riflettono un’attrazione fortissima per il fantastico, per la realtà e per la linea talvolta sottile che separa le due cose. 

I paesaggi e gli interni, resi intricati nella loro rappresentazione, vengono trasformati, attraverso la ripetizione di schemi, figure e finestre di dialogo, in vere e proprie narrative psicologiche. William Tyler estrae immagini sia dalle proprie esperienze più personali, sia dalle sue opinioni riguardo al mondo e le sue icone culturali, così da creare un luogo simbolico in cui l’ordine regna sulle emozioni, ma il mondo della finzione ha la stessa forza della realtà.


Opere