Blu Cammello

L’Atelier Blu Cammello dal 1999

L’Atelier Blu Cammello attivo dal 1999, nasce negli spazi del Centro Residenziale Franco Basaglia di Livorno con il desiderio di dare la possibilità ad alcuni utenti del dipartimento di Salute Mentale Adulti, di partecipare ad attività finalizzate allo sviluppo del loro potenziale creativo, orientando – secondo la particolare predisposizione di ognuno – la loro produzione artistica verso una più ampia visibilità per un riscontro anche critico, a garantire una costante apertura e rinnovamento dell’atelier stesso e dei loro fruitori. Riccardo Bargellini, fin dal 1999 coordina l’atelier garantendone da sempre l’attività quotidiana. Sotto la sua guida si sono distinte diverse personalità artistiche tra cui Franco Bellucci, Giga, Alessandra Michelangelo, Manuela Sagona e Riccardo Sevieri. Le loro opere sono state inserite in collezioni internazionali, pubbliche e private ed esposte in gallerie, musei e spazi espositivi: Musée Halle Saint Pierre, Gallerie Christian Berst, Palais de Tokyo e la Maison Rouge Outsider Art Fair di Parigi, DOX di Praga, Museum Dr. Guislain di Gand, Andrew Edlin Gallery, Shrine Gallery, Shelter Gallery e Outsider Art Fair di New York, 3331 di Tokyo, Landesgalerie di Linz, Mad Musée e Grand Curtius di Liegi, The Museun of Everything di Londra, Centro Espositivo Núcleo de Arte da Oliva, São João da Madeira.

Manuela Sagona, Livorno, 1977. Frequenta quotidianamente l’atelier dall’anno della fondazione (1999) dove ha potuto sviluppare le sue attitudini figurative. Manuela riproduce qualsiasi immagine cartacea, i suoi disegni sono caratterizzati da una forte deformazione e da segni di spessore variabile affiancati spesso da una particolare scrittura. Nella pittura utilizza i pastelli ad olio per il disegno iniziale e termina l’opera colorandola con acrilici o matite. Le capacità artistiche di Manuela le hanno permesso di realizzare immagini utilizzate per pubblicazioni editoriali, pubblicitarie e cover di CD musicali e concesso di partecipare a progetti d’arte internazionali come l’avvincente esperimento di contaminazione “Match de Catch”, effettuato al “CEC La Hesse” di Vielsalm in Belgio dove diretta dall’artista Ursula Ferrara, in dieci giorni hanno realizzato insieme “Les inconnus dans la boite” , un video d’animazione di grande forza comunicativa.

Riccardo Sevieri, Livorno, 1960. Diplomato all’istituto Tecnico industriale di Livorno. Frequenta l’Atelier dal 1999, anno della sua fondazione. La forza del suo lavoro artistico sta nella capacità “innata” di saper comporre equilibratissimi disegni geometrici e figurativi legati tra loro da un bilanciamento grafico sorprendentemente mai banale arricchito da un tratto sintetico e ricco di qualità grafiche capace di evocare simboli che in alcuni casi hanno trovano anche una funzione commerciale come per esempio il logo della casa editrice “Valigie Rosse”. Riccardo Sevieri è forse l’artista che meglio rappresenta l’Atelier Blu Cammello, tanto dalla sua persona che dalla sua opera emana umorismo ludico, tragico, tenero, sempre spiazzante. Sia i soggetti che disegna che le scritte con cui li commenta rivelano una geniale capacità di affiancare creativamente testo e immagine, e di sovvertire la banalità delle apparenze. A Riccardo piace umanizzare le cose, gli animali e imbarbarire l’uomo. Un’altra icona che ama rappresentare schersosamente è il “Barge” (Riccardo Bargellini), il “maestro” con il quale ha instaurato un rapporto di grande amicizia e di scambio. Da subito Bargellini capì quanto fosse importante il caffè per Riccardino, lui è un grandissimo bevitore, ne berrebbe uno ogni ora e su questo il “Barge” ha costruito la storia della loro amicizia perché da sempre, ogni giorno di atelier porta con se “Il bombino”, una boccetta di vetro con un caffè che gli consegna al termine della giornata come un riconoscimento, un dono al suo lavoro e un segno di amore fraterno.

Opere

Sagona Fantastic

Matite Carta