TOMMASO BULDINI

BIOGRAFIA

La pittura di Tommaso è strettamente connessa alle sue esperienze di psicoanalisi.
Sono come mappe mentali del subconscio, che lo guidano nello scoprire se stesso.

“Io credo fortemente che l’essere umano sia diviso in varie parti, di cui ognuna di queste ha necessità uniche. Questi bisogni li esprimo nelle mie pitture. Molte volte scopro cosa volevano dirmi solo molto tempo dopo che li ho dipinti.”

Dopo un lungo periodo per tentare di comprende- re quale poteva essere il suo stile espressivo, ha cominciato a sentire che la maniera migliore per rappresentare le proprie dimensioni interiori era di rimanere solidamente connesso a se stesso, e questo indipendentemente dall’epoca e dal luogo. L’interesse di Tommaso è di continuare dipingere così, provando a farlo nella maniera più sincera possibile.

Il suo immaginario parla di paure, sesso, piedi, bu- della, del cuore, del bisogno di amore e di essere amati ed è molto ispirato dalla natura della relazio- ne con la partner Giulia.

“Il modo in cui riesce a scaldare la mia anima e il dolore che proverà quello che rimarrà alla morte dell’altro.”

PORTFOLIO

2016 Heads Vulgar & Honey mostra colletti- va tenutasi nel castello di Apricale con Piero Giraldi (esposte 25 incisioni)
2017 Selezionato finalista premio Lynx conesposizione collettiva Lokarjeva Galerija, Aj-dovščina, Slovenia
2017 Pubblicazione sulla rivista Hey! Art ma- gazine Paris
2018 Pubblicazione nel libro Deluxe di Hey!Magazine Paris
2018 Selezionato finalista premio YCCA conesposizione collettiva presso Hernandez Gal- lery di Milano
2018 Esposizione presso lo stand di Rizomi arte a Scope Basel, Basilea
2018 Esposizione personale a Villa Borgo- gnoni, Jesi

© Rizomi 2018
Powered by: Gloria Marchini
Elementi grafici 2018: Giulia Gallo