EGIDIO CUNIBERTI

BIOGRAFIA

Egidio Cuniberti è nato a Mondovì nel 1928; morì qui nel 2006. Fin da quando era molto giovane lavorò come operaio presso una fonderia di Torino pur continuando a vivere a Mondovì per un certo tempo. Aveva 24 anni e si era appena trasferito a vivere a Torino quando fu ricoverato d’urgenza per un trauma cerebrale, forse il risultato di un incidente in bicicletta, che lasciò una storia di emicrania ed epilessia. Praticamente inattivo per vent’anni nel 1971 cominciò a raccogliere bastoncini dei gelati e altri materiali di scarto nelle strade per realizzare sculture, pezzi di arredamento e quadri. 
In trent’anni Cuniberti ha realizzato circa 120 lavori lavorando a casa con il legno dei gelati e delle cassette della frutta, i bastoncini di plastica e più tardi con tessere di legno regolari che assemblava per dare vita a giovani donne e a paesaggi della sua città. Ha costruito armadi con cassetti segreti forse per lasciarvi i suoi ricordi e li ha decorati all’esterno con interpretazioni personali di scene mitologiche e immagini moderne ma pur sempre bucoliche. 

BIBLIOGRAFIA

/

© Rizomi 2018
Elementi grafici 2018: Giulia Gallo